menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

La serata Marevivo al Circolo Canottieri Aniene

Sport, Ambiente e Alimentazione

Tutti possiamo fare qualcosa per l’ambiente e per il mare, anche quando curiamo noi stessi attraverso lo sport ed una sana alimentazione: è la chiave della serata promossa da Marevivo il 10 novembre scorso, nella sede dello storico “Circolo Canottieri Aniene” sul Tevere, alla presenza dei soci e dei Cavalieri del Mare dell’Associazione e di tanti altri personaggi legati al mondo del Pianeta Blu.

A fare gli onori di casa per il Circolo Canottieri Aniene, il Vicepresidente Francesco Rocco, dopo il quale ha preso la parola il Presidente di Marevivo Rosalba Giugni per raccontare gli ultimi impegni nazionali dell’Associazione in fatto di lotta ai rifiuti, in particolare plastiche e microplastiche.

È  stato il cibo uno dei protagonistI della serata grazie alla cena preparata dal famoso e creativo chef Simone Salvini, il quale ha trasformato i prodotti biologici di Alce Nero in delle bellissime creazioni culinarie con un menu da lui stesso definito come “vegano, ma rassicurante”. I prodotti Alce Nero non prevedono l’utilizzo di pesticidi e fertilizzanti chimici che inquinano l’ambiente e i nostri mari.

Ad accompagnare i piatti innovativi, i vini biologici offerti dalla Tenuta Santi Giacomo e Filippo e dalla Tenuta di Roncolo Venturini Baldini.

Presente per rinnovare l’impegno del CONI nel promuovere il legame tra sport e ambiente, dopo il lancio dell’iniziativa ‘Sport Aperto – Sport, ambiente e natura in libertà’, anche il Presidente Giovanni Malagò, al quale Marevivo ha proposto di poter entrare in contatto con le Federazioni Sportive di categoria. Il ruolo di Marevivo in questo contesto è quello di fornire strumenti e competenze alle Federazioni, come ad esempio la Lega Italiana Vela (LIV) per la quale erano presenti i vertici Roberto De Felice e Alessandro Rinaldi che hanno raccontato della nascita della Divisione Vela Marevivo-LIV e della sua campagna “Occhio al mare!”, mentre Nicola Granati, referente per l’Associazione su questo tema, ne ha sintetizzato i primi mesi di vita e gli obiettivi futuri.

Lo strumento messo a disposizione degli sportivi in questo caso viene rappresentato dalla nuova “app” presentata da Laura Gentile, attraverso la quale è possibile segnalare il “bello e il brutto”: fotografare cetacei, meduse e tartarughe marine, ma anche rifiuti.

Alfonso Perri, Massimiliano Falleri e Giulia Furfaro, responsabili della storica Divisione Subacquea Marevivo, hanno fatto un excursus sul preziosissimo impegno che li coinvolge da oltre 30 anni per liberare i fondali dai rifiuti anche pericolosi e hanno presentato le nuove schede  per le segnalazioni durante le immersioni.

Con i ringraziamenti allo chef e alla sua brigata, al Circolo Canottieri Aniene e soprattutto agli sponsor che hanno reso possibile l’organizzazione di questo evento, Federico di Penta ha salutato tutti gli ospiti presenti e dato inizio alla cena.

 

Alcune foto di Sergio Grandi