menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Marevivo aderisce alla coalizione "Beat the Microbead"

Il 29 giugno 2016, per porre così un argine ai miliardi di microscopici frammenti di plastica che, sfuggendo a qualsiasi filtro, vengono ingeriti dagli organismi marini e finiscono direttamente nel piatto del consumatore, Marevivo ha illustrato, a Napoli, la proposta di legge numero 3852 a prima firma  del presidente della VIII Commissione Ambiente della Camera Realacci e sottoscritta da oltre 40 deputati di diversi gruppi politici, sia di maggioranza che di opposizione,  in base alla quale dal 1° gennaio 2019 non sarà più consentito produrre e mettere in commercio prodotti cosmetici contenenti microplastiche.

Questa proposta di legge rappresenta uno snodo cruciale della campagna “Mare mostro”, nata per informare e sensibilizzare sull’impatto della plastica in mare, realizzata da Marevivo in collaborazione con Marina Militare eCoNISMa e partita a bordo della nave scuola Amerigo Vespucci.  

Ad agosto 2016, per fare rete a livello internazionale su questo problema, Marevivo è entrata a far parte di Beathemicrobead il cui obiettivo finale è il raggiungimento di una legge a livello europeo per proibire l’utilizzo di tutte le particelle di microplastica nei prodotti di consumo. Questa coalizione è promossa dalla fondazione olandese "Plastic Soup" che mira a contrastare il problema della marine litter e in particolare della plastica.