menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Tornano in azione i "Delfini Guardiani" di Favignana e Marettimo

Al fianco degli studenti la Capitaneria di Porto di Trapani, Favignana e Marettimo e l’AMP isole Egadi 

Alle Isole Egadi ritornano alla carica i “delfini guardiani”, ovvero i giovanissimi studenti protagonisti dell’omonimo percorso di educazione ambientale di Marevivo e MSC per sentinelle junior attive nella tutela del mare e del proprio territorio. Questa volta, a guidare nella nuova avventura di due giorni, appena conclusa, gli alunni dell’istituto comprensivo Rallo di Favignana e Marettimo ci hanno pensato gli uomini della Capitaneria di Porto di Trapani - diretta dal Capitano di Vascello Giuseppe Guccione - , di Favignana – diretta dal Capo di prima classe Rosario Stramandino -, e di Marettimo – primo maresciallo Alessandro Gandolfo -  e i responsabili dell’Area Marina Protetta Isole Egadi.         

Cosa fare se si ritrova una tartaruga o un animale spiaggiato? Chi chiamare se assistiamo ad un illecito? Le risposte a queste domande e i temi della tutela dell’ambiente, della difesa delle specie marine protette come tartarughe, delfini e la foca monaca, del contrasto all’inquinamento ed alla pesca illegale sono stati al centro del racconto del tenente di vascello della Capitaneria di Trapani Francesca Godino, che ha incantato gli oltre 50 studenti.

La visita a bordo della motovedetta della Capitaneria, “CP 303” arrivata per l’occasione da Trapani ha rappresentato un altro momento fondamentale per gli aspiranti “delfini” di Favignana e Marettimo, accompagnati dai docenti e dagli operatori Marevivo: per la prima volta, hanno avuto la possibilità di prendere coscienza degli aspetti pratici dell’operato della Capitaneria e hanno anche ascoltato con molta attenzione le storie di diversi salvataggi di immigrati nelle acque siciliane. Guida d’eccellenza è stato il Comandante dell’unità operativa, Torrente.

A Favignana gli studenti hanno visitato il centro di recupero tartarughe dell’isola. Gli operatori dell’A.M.P. Isole Egadi, Monica Russo e Serena Marchese, hanno mostrato da vicino l’uso delle principali strumentazioni mediche indispensabili per il salvataggio dei rettili marini feriti e illustrato il ruolo istituzionale dell’Area Marina Protetta Isole Egadi per la tutela e valorizzazione del patrimonio naturalistico dell’isola.

L’iniziativa, che coinvolge circa 450 studenti degli arcipelaghi delle Eolie e delle Egadi, gode del patrocinio del Ministero dell’Ambiente, della Federparchi, dei Comuni di Lipari, Leni, Malfa, Santa Marina Salina, Favignana e dell’Area Marina Protetta Isole Egadi.

Ufficio Stampa Marevivo

063202949 - 3381090669