menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Delfini Guardiani

Le isole

La Maddalena

Nel tempo fu covo di pirati e di eremiti, meta di re e di regine, avamposto militare di grandi strateghi come Nelson, subì l’assalto di un giovane Napoleone e fu scelto da Garibaldi per i suoi ultimi anni di vita. Selvagge e battute dai venti, le sette isole dell’arcipelago di La Maddalena sono comprese all'interno del Parco Nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena, un'area protetta marina e terrestre di interesse nazionale e comunitario.

Natura incontaminata, sabbia finissima con sfumature dal dorato al rosa intenso, nell’aria il profumo unico e caratteristico di una vegetazione mediterranea piena di colori: ginepro, corbezzolo, fillirea, lentisco, mirto, erica, cisto ed euforbia. Il mare cristallino è ricco di fauna e di reperti archeologici e può regalare avvistamenti di balenottere comuni, capodogli, delfini e tartarughe marine che riposano sulla superficie dell'acqua

L’arcipelago ricade tra le aree più importanti per la presenza di anfibi, rettili, uccelli, mammiferi e in particolare per gli uccelli marini nidificanti.


 

E’ partito nell’anno scolastico 2013-2014 a La Maddalena, il ciclo didattico biennale “Delfini Guardiani”, promosso e sostenuto dall’Ente Parco Nazionale Arcipelago di La Maddalena, e portato avanti anche con il coinvolgimento di Marina Militare, Capitaneria di Porto e diverse associazioni sul territorio.

Quattro le classi nelle scuole elementari di La Maddalena e Palau che hanno aderito al progetto: due terze elementari dell’Istituto Comprensivo di via Carducci, una seconda elementare di Moneta e una quarta dell’Istituto comprensivo di Palau.

Il percorso didattico è stato suddiviso in due grandi finestre temporali: il primo ciclo è finito a giugno 2014, il secondo ha ripreso nel mese di ottobre 2014 per concludersi a fine anno scolastico 2015. E’ infatti prevista per l’8 giugno prossimo la conclusione del progetto con la consegna degli attestati di “Delfini Guardiani” agli alunni che hanno partecipato alle attività che darà loro il diritto di presentarsi, senza accompagnatori adulti, presso il proprio Comune o la Capitaneria di Porto per segnalare eventuali problemi di carattere ambientale.

 

Programma delle attività

I segreti delle piante

il primo incontro si è tenuto sulla spiaggia dei Due Mari, isola di Caprera. I bambini, accompagnati dagli educatori ambientali, hanno seguito il sentiero dalla spiaggia fino a Stagnali. Riconoscere le piante caratteristiche, la fauna e il microcosmo acquatico della vegetazione: sono le “prove” per i giovanissimi; in questo periodo dell’anno, infatti, si formano i ristagni acquatici, in cui si possono vedere gli “ospiti” della vegetazione.

 

La tutela del mare

la Capitaneria e gli operatori della Guardia Costiera mostrano agli alunni i metodi, i mezzi e le problematiche relative allo svolgimento della loro professione.

 

Le rocce raccontano e i mestieri del mare

l’appuntamento è con le associazioni locali con la visita guidata al museo geo-mineralogico di Caprera, per conoscere le caratteristiche geomorfologiche del territorio, e al Museo del Mare per capire da vicino la cultura Marinaresca.

 

Le Fortezze sul mare

visita alla fortificazione di Candeo, struttura con funzione di batteria antinave, che risale alla seconda guerra mondiale, alla scoperta dei segreti dell’ingegneria militare dell’epoca, delle caratteristiche del granito, di cui tutto l’arcipelago si compone, e del vecchio ormai sconosciuto strumento del telemetro.

 

Garibaldi e la sua storia

visita guidata al polo museale garibaldino.

 

Il grande volo

escursione presso la stazione di inanellamento a scopo scientifico per osservare le attività di studio e ricerca svolte dagli ornitologi del Parco in collaborazione con ISPRA, sul fenomeno della migrazione degli uccelli.

 

Nel mare a testa in giù

conoscenza diretta dell'ambiente marino, tramite attività di sea-watching: escursioni guidate in mare, con l'ausilio di maschera e boccaglio, per imparare a riconoscere gli organismi che popolano le acque costiere. Vengono affrontati argomenti che riguardano l'ecologia marina.

 

Navigare a vela

a bordo delle barche a vela della Marina Militare per imparare i fondamenti della navigazione a vela, i nodi marinari, le carte nautiche, ma anche come si vive su una barca.