Skip to main content

La pandemia connessa al Covid-19 e l’attuazione delle misure europee e nazionali per la transizione ecologica e per il PNRR richiedono alle Istituzioni pubbliche una significativa collaborazione e semplificazione operativa per raggiungere i nuovi e sfidanti obiettivi.

L’ambiente marino e costiero costituisce un patrimonio prezioso che deve essere protetto, salvaguardato e ripristinato, per preservarne biodiversità e vitalità, attraverso azioni costanti di monitoraggio, gestione e controllo, in adempimento di normative europee, quali la Direttiva Quadro sulla Strategia per l’Ambiente Marino, la cui attuazione può essere resa più efficace ed efficiente con una accresciuta condivisione di informazioni ed esperienze.

Con questo obiettivo, il Presidente dell’ISPRA e del SNPA, Prefetto Stefano Laporta e il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, Amm. Isp. Capo Nicola Carlone, hanno firmato un Protocollo d’Intesa, della durata di tre anni, per consolidare la collaborazione tra le Parti per la salvaguardia dell’ambiente marino e costiero, attraverso attività congiunte di monitoraggio e accertamento con l’impiego di mezzi e personale specializzato.

Fonte: ISPRA - Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale

Articoli correlati

Sostieni Marevivo