menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Marevivo al primo villaggio per l’educazione ambientale

Marevivo al primo villaggio per l’educazione ambientale

 

Marevivo ha partecipato alla giornata interamente dedicata all’educazione ambientale indetta dal Ministero dell’Ambiente che si è tenuta oggi in piazza del Campidoglio a Roma. Un’occasione per sensibilizzare i bambini presenti sull’importanza della biodiversità e della tutela del mare e per fornire loro, attraverso le attività laboratoriali messe a disposizione, alcuni strumenti per poter adottare uno stile di vita più rispettoso dell’ambiente.

La sensibilizzazione delle nuove generazioni è da sempre uno degli obiettivi fondamentali di Marevivo, che quest’anno grazie al sostegno del Ministero dell’Ambiente ha lanciato tre nuovi progetti di educazione ambientale sul territorio nazionale.

“Un mare di classe” rivolto ai futuri operatori della navigazione e del mare. Coinvolge gli studenti dell’Istituto Nautico “Del Rosso-Da Verrazzano” di Porto Santo Stefano. Il progetto si propone di veicolare una più efficace informazione sulle risorse marine, sulla biodiversità, sul valore delle aree protette e sulle possibilità occupazionali che stanno emergendo nell’ambito dei cosiddetti Blu Jobs, della tutela ambientale e dell’economia circolare.

Il secondo progetto, “Dai monti al mare. Il fiume trasporta, il mare riceve”, si rivolge invece agli studenti della scuola media “G. Tedeschi” di Pratola Peligna, comune abruzzese il cui territorio è compreso all’interno di tre parchi nazionali. Il focus è il fiume Aterno-Pescara, il cui percorso dalle sorgenti al mare verrà studiato dai ragazzi nelle sue componenti antropiche ed ecologiche con l’intento di riconoscere le principali trasformazioni operate dall’uomo.

Pantelleria è invece l’ambientazione del terzo progetto, “L’Ente Parco delle Ragazze e dei Ragazzi”, che coinvolge i ragazzi della scuola media statale “Dante Alighieri” dell’isola ed ha come obiettivi principali quelli di costruire una cittadinanza attiva e partecipativa, promuovere il rispetto della legalità e una maggiore conoscenza dei parchi nazionali come luoghi in cui sperimentare lo sviluppo sostenibile, migliorare la qualità della vita delle popolazioni residenti, valorizzare le tradizioni e le radici culturali locali.

Per l’occasione, la direttrice di Marevivo Carmen Di Penta, il responsabile della Divisione Canoa e Kayak di Marevivo Gennaro Cirillo e il Comandante Generale Ammiraglio Giovanni Pettorino hanno presentato il progetto “Italia in canoa – pagaiando per l’ambiente” della Federazione Italiana Canoa Kayak, portato avanti insieme a Marevivo. Il ministro Sergio Costa e il presidente della Camera Roberto Fico hanno sopportato l’iniziativa.

«Iniziative come queste sono importantissime per diffondere una corretta informazione scientifica e promuovere una maggior consapevolezza sull’importanza del mare per la nostra vita», ha affermato Carmen Di Penta. «Quando poi l’educazione ambientale incontra lo sport, si presenta un’occasione preziosa per combinare insieme due grandi passioni. È quello che abbiamo fatto con “Italia in Canoa”, che coinvolgerà i canoisti italiani in progetti di pulizia delle coste e argini di laghi e fiumi».

riepilogo donazione

Donazione Tipo  
Totale: 0,00€

NESSUNA DONAZIONE INSERITA




SOSTIENICI ORA!

0 donazioni da inviare, totale da donare: 0,00€