menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Marevivo esprime la propria soddisfazione per l’istituzione del forum permanente per la lotta alla pesca illegale

Migliaia di ettari di praterie di Posidonia distrutte dalle reti a strascico sotto costa (5 milioni di euro il costo per un ettaro di riforestazione), 1000 chilometri circa di reti illegali sequestrate ogni anno dalle Capitanerie di Porto, questi alcuni dati – dichiara Rosalba Giugni, Presidente dell’Associazione Marevivo – che confermano l’importanza strategica del forum permanente, istituito dal Ministro De Castro, per la lotta alla pesca illegale che vede allo stesso tavolo associazioni ambientaliste, rappresentanti della pesca e sindacati ”.
Marevivo combatte da sempre questo fenomeno e nella sua ultima campagna internazionale “Mediterranean Freedolphin” promuove l’istituzione di un marchio che identifichi il pescato catturato con sistemi legali, strumento la cui validità è stata in questi giorni ribadita dal Commissario europeo Borg e per il quale l’associazione sta lavorando a livello mediterraneo.
Bisogna dotare gli organi di controllo di strumenti adeguati come le imbarcazioni tipo SUPPLY VESSELS, appositamente attrezzate per agevolare il sequestro delle reti illegali in mare, - prosegue Rosalba Giugni - far rientrare le attività di pesca nella legge che istituisce in Italia la zona di tutela ecologica, dando così la possibilità al nostro Stato di intervenire sugli illeciti anche oltre le 12 miglia del mare territoriale, avviare mirate attività di educazione e informazione e molte altre azioni che mi auguro possano trarre un forte impulso da questo tavolo di lavoro congiunto.” 

Ufficio Stampa
MAREVIVO
Tel. 06/3222565

 

riepilogo donazione

Donazione Tipo  
Totale: 0,00€

NESSUNA DONAZIONE INSERITA




SOSTIENICI ORA!

0 donazioni da inviare, totale da donare: 0,00€