menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Marevivo festeggia i 30 anni della Divisione Sub all'EudiShow 2019

Marevivo festeggia i 30 anni della Divisione Sub all'EudiShow 2019

 

Marevivo sarà presente all’EUDI per celebrare i 30 anni di attività della sua Divisione Subacquea con uno stand allo spazio SIMSI - Area Dive Doctor (Padiglione 30 corsia A). Sabato 2 marzo alle 12.30 sarà invece sul palco Ferraro i coordinatori della Divisione Subacquea Alfonso Perri, Massimiliano Falleri e Giovanni Capasso presenteranno le attività ed i risultati ottenuti in questi 30 anni, accompagnati da due testimonial d’eccezione: gli apneisti da record Gianluca Genoni e Mariafelicia Carraturo.

Adotta una parete” è la call to action che la Divisione di Marevivo lancerà durante l’EUDI. Un progetto che intende coinvolgere tutti i subacquei ad osservare, documentare e studiare, durante tutto l’anno, i cambiamenti che noteranno nelle zone dove generalmente svolgono le immersioni.

Per festeggiare i 30 anni sarà presentata anche l’“Operazione reti da ripescare nelle Aree Marine Protette” che la Divisione Subacquea di Marevivo tornerà a realizzare nelle acque più sensibili. L’iniziativa è patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare.

«Tutte le attività svolte sono rese possibili grazie alla collaborazione e all’entusiasmo di una squadra di volontari attiva in tutta Italia.» ha affermato Massimiliano Falleri. «Grazie a loro abbiamo organizzato operazioni di recupero e bonifica di materiali inquinanti in mare, monitorato lo stato di salute delle nostre coste e dei fondali marini. Quest’anno puntiamo alla sensibilizzazione e al coinvolgimento di tutta la comunità subacquea in attività di Scuba Science grazie alla quale i sub, in collaborazione con esperti e professionisti, potranno attraverso le proprie segnalazioni diffondere conoscenze e contribuire alla ricerca scientifica».

Negli ultimi cinque anni, grazie al progetto PFU Zero con Ecotyre, oltre 8500 pneumatici fuori uso sono stati recuperati dai fondali e dai litorali italiani grazie all’intervento dei sub. Con il progetto Niente Leghe sotto i mari oltre 4000 chili di batterie esauste abbandonate in acqua sono stati portati a riva. Con gli altri progetti della Divisione Sub sono stati recuperati oltre 1500 metri di reti.

riepilogo donazione

Donazione Tipo  
Totale: 0,00€

NESSUNA DONAZIONE INSERITA




SOSTIENICI ORA!

0 donazioni da inviare, totale da donare: 0,00€