menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Risparmiamo Plastica al Mare

 

L'80% della plastica che inquina i nostri mari arriva dall'entroterra, trasportata dai fiumi. E ogni bottiglia vuota porta con sé una minaccia terribile, lunga mille anni.

Una volta in mare, la plastica rischia di essere confusa per cibo dagli animali marini, con conseguenze spesso fatali. In più, il suo lento processo di deterioramento la trasforma in milioni di invisibili microplastiche che vengono ingerite dai pesci ed entrano a far parte della catena alimentare.

 

 

Marevivo agisce direttamente alla foce dei fiumi, prima che la plastica raggiunga il mare. Per farlo, ha bisogno del tuo aiuto: sostenendo la campagna, ci dai la possibilità di installare appositi sistemi di sbarramento alla foce dei fiumi per raccogliere i rifiuti ed impedirgli di arrivare in mare.

Partire dai fiumi per salvare il mare

I fiumi rappresentano le grandi arterie del pianeta che in passato rendevano possibile la vita e oggi invece si sono trasformati in nastri trasportatori di rifiuti di ogni genere che raccolgono nel loro tragitto e che inesorabilmente riversano in mare. La plastica in superficie rappresenta solo il 15%, il resto è disperso nei fondali ed è più difficile da recuperare. Per mitigare l’inquinamento la prima azione concreta è quella di posizionare sistemi di raccolta dei rifiuti alla foce di tutti i corsi d’acqua.

Un impegno che Marevivo porta avanti dal 1988. Il primo progetto di questo tipo partì sul fiume Sarno. Nel 1992 invece l'associazione riuscì ad installare per alcuni giorni delle panne per bloccare e raccogliere le tonnellate di detriti che navigavano nelle acque del Tevere.

Marevivo è oggi parte del progetto sperimentale portato avanti dalla Regione Lazio "Il fiume salva il mare", messaggio che abbiamo lanciato nel 2018 in occasione dell'incontro organizzato nella nostra sede sul Tevere per chiedere l'installazione della barriera. Finalmente il progetto è partito e la Regione ha investito per liberare dalla plastica il fiume di Roma.

Il nostro progetto sul Platani in Sicilia

 

 

Abbiamo installato il primo sistema di raccolta dei rifiuti in Sicilia alla foce del fiume Platani, Agrigento. La nostra iniziativa mira alla tutela della Riserva Naturale Foce del Fiume Platani, un’area ricca di bellezze naturalistiche, ma fortemente minacciata dall’inquinamento generato in gran parte dai rifiuti che il fiume trascina nel suo percorso, prima di raggiungere il mare. L’azione sul Platani è stata possibile grazie al progetto Halykòs – Prevenzione Ambientale e Valorizzazione della Foce del fiume Platani, realizzato con il sostegno della Fondazione CON IL SUD, che sostiene l’infrastrutturazione sociale per favorire lo sviluppo del Mezzogiorno. Il progetto, inoltre, rientra in pieno nelle priorità proposte a Bruxelles nell’ambito della Missione “Mari oceani ed acque interne” della Commissione europea finalizzata a prevenire, mitigare, diminuire la presenza di plastica in mare. 

La petizione

La legge Salva Mare è attualmente al Senato per essere perfezionata.

Marevivo ha lanciato una petizione su Change.org per chiedere che la Salva Mare venga approvata con urgenza e propone che contenga l’emendamento mirato alla pulizia dei fiumi e all’installazione di sistemi di raccolta alla foce per intercettare il materiale plastico. 

--> FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE <--

Pulizie e attività di sensibilizzazione

Nell'ambito della campagna #RisparmiamoPlasticaAlMare Marevivo organizza pulizie lungo le rive dei fiumi e alla loro foce e attività di sensibilizzazione sull'importanza di ridurre i rifiuti e gli sprechi. 

 

riepilogo donazione

Donazione Tipo  
Totale: 0,00€

NESSUNA DONAZIONE INSERITA




SOSTIENICI ORA!

0 donazioni da inviare, totale da donare: 0,00€