menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

#StopSingleUsePlastic

 

La campagna #StopSingleUsePlastic è stata lanciata in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente 2018 per chiedere a tutti i palazzi della politica di introdurre il divieto dell’uso di prodotti di plastica “usa e getta” nei servizi e negli uffici delle istituzioni. Il primo ad aderire all'appello è stato il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, che ad ottobre ha deciso di rendere il suo dicastero plastic free. La Regione Lazio è stata la prima ad annunciare che dall’anno prossimo sarà plastic free.

 

Scuole Plastic Free 

L’appello è stato rivolto anche alle scuole, alle quali l’associazione chiede di impegnarsi a non installare distributori di bevande in bottiglie ma erogatori di acqua dove poter ricaricare la propria borraccia. Per Marevivo è necessario eliminare le stoviglie monouso come bicchieri, piatti, posate e cannucce ed anche emettere un’idonea circolare spiegando i motivi per cui è importante eliminare la plastica usa e getta, sensibilizzando insegnanti e studenti.

Le scuole che intendono aderire alla campagna possono compilare il form sul sito e scaricare il materiale informativo.

 

Università Plastic Free

Anche la CRUI – Conferenza dei Rettori delle Università Italiane ha detto no alla plastica monouso nelle università e con Marevivo e il CoNISMa, la rete degli atenei che studiano il mare, è stato siglato un accordo di adesione alla campagna #StopSingleUsePlastic. Con questo Protocollo d’intesa, Marevivo, CoNISMa e CRUI si sono impegnati in un reciproco rapporto di collaborazione in materia di sensibilizzazione ed educazione alla tutela dell’ambiente. Nelle università convolte è prevista l’installazione di distributori d’acqua nelle aree pubbliche, all’interno dei Dipartimenti e degli Uffici Centrali e la relativa distribuzione di borracce personalizzate; bicchieri di carta al posto della plastica nelle macchine del caffè, con la possibilità di rifiutare l’erogazione del bicchiere, incentivando così l’utilizzo di tazze personali.

Tra le università che hanno aderito: LUISS di Roma; “Sapienza” di Roma; “Roma Tre”; Politecnica delle Marche e l’Università di Macerata, che si sta attivando per eliminare la plastica usa e getta.

 

Comuni Plastic Free

A mobilitarsi anche tantissimi comuni italiani che, da Sud a Nord, hanno intrapreso iniziative ed attività con lo scopo di ridurre e in alcuni casi eliminare del tutto il consumo di plastica monouso. Per prime le Isole Tremiti, che dal 1° maggio 2018 hanno vietato tutte le stoviglie di plastica a favore dei contenitori biodegradabili. Un esempio che è stato replicato dai molti comuni italiani che si sono uniti alla lista di comuni virtuosi. 

 

Porti e regate plastic free

Anche il mondo della nautica da diporto ha deciso di abbracciare la filosofia plastic free. Il Porto di Pisa è il primo ad aver rinunciato alla plastica monouso, accogliendo così l’appello #StopSingleUsePlastic lanciato dall’associazione. 

Quest'anno la Divisione Vela di Marevivo ha partecipato al Nations Trophy Mediterranean League, aperto a Monaco e ospitato per la seconda tappa a Scarlino dal 30 aprile al 4 maggio. Durante la regata Swan One Design a Scarlino, Nautor's Swan ha lanciato ufficialmente il suo progetto di regata sostenibile. Con il supporto di Marevivo, Nautor si è impegnata ad eliminare la presenza di plastica monouso a bordo di tutte le imbarcazioni e all'interno delle strutture di regata.

Anche la regata Lunga Bolina ha fornito una serie di informazioni per una barca plastic free. Sono sette le barche che hanno partecipato al contest #StopSingleUsePlastic #PlasticFree che ha invitato tutti i regatanti a rinunciare alla plastica usa e getta.

Lo stesso Coni ha dichiarato che il mondo dello sport diventerà plastic free.

 

riepilogo donazione

Donazione Tipo  
Totale: 0,00€

NESSUNA DONAZIONE INSERITA




SOSTIENICI ORA!

0 donazioni da inviare, totale da donare: 0,00€