Skip to main content

Si è conclusa a Venezia la 31^ edizione della Cooking Cup 2024, organizzata dalla Compagnia della Vela, quest’anno occasione per promuovere anche “ONLY ONE”, la campagna internazionale di Marevivo per sensibilizzare sui temi della transizione ecologica, lanciata in collaborazione con la Marina Militare e la Fondazione Dohrn, ospitata a bordo delle navi scuola Palinuro e Amerigo Vespucci, con il coinvolgimento delle Direzioni Marittime della Guardia Costiera, del CONISMA (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare), della Lega Navale e della Rete delle Università Sostenibili RUS.

Quest’anno è “Cattiva compagnia” ad aggiudicarsi il primo posto della Cooking Cup 2024, la regata che premia i migliori piatti cucinati durante la competizione velica, divenuta nel tempo una delle prove più divertenti e apprezzate nel panorama internazionale, grazie alla capacità di abbinare convivialità, buon cibo, passione nautica e, nell’edizione appena conclusa, anche Arte e Ambiente. 10 miglia di navigazione partendo dal mare per entrare in laguna, dove l’obiettivo di ciascun equipaggio è stato non solo quello di tagliare il traguardo, anticipando gli altri, ma presentare anche la migliore proposta gastronomica cucinata sottocoperta, nel percorso davanti Malamocco fino all’isola di Poveglia, dove una giuria gastronomica, composta da velisti appassionati di cucina, ha atteso i partecipanti per valutarli.

Sabato 6 luglio l’evento è stato animato dalla performance di Body Painting dell’artista e regista Francesca Chialà, che ha coinvolto JingParis Artist, performer cinese riconosciuta a livello internazionale come L’Artista dell’Amore con il suo Museo a Parigi, “The Love Church”, e il suo personale Museo a Pechino. L’iniziativa prosegue l’impegno da parte del movimento artistico, fondato dalla stessa Chialà, “La FESTA delle 7 ARTI”, di cui fanno parte artisti, musicisti, cantanti, ballerini, attori, scrittori e atleti sportivi di fama internazionale, per promuovere i diritti umani, sociali e ambientali.

Nell’isola di San Giorgio presenti tra gli altri anche lo chef francese di origini senegalesi Saliou Fall e il tre volte campione del mondo di Canottaggio della Marina Militare, Antonio Vicino, che a maggio scorso, ha preso parte anche alla Vogalonga per sostenere la campagna internazionale “ONLY ONE. One Planet, One Ocean, One Health”. Accompagnata dalla musica, la Chialà ha dipinto una lunga tela di 20 metri con il suo corpo, coinvolgendo nella performance i velisti della Cooking Cup, gli attivisti e i volontari di Marevivo con l’intento di educare le giovani generazioni, attraverso l’arte, al rispetto del mare e del fragile ecosistema della laguna di Venezia.

Sostieni Marevivo

DONA ORA PER DIFENDERE IL MARE