Liberati gli splendidi fondali di San Felice Circeo da oltre 200 metri di rete, operazione conclusa alla Secca di Punta Rossa grazie ai volontari della Divisione subacquea di Marevivo, in collaborazione con i Nuclei Sommozzatori della #Poliziadistato di Napoli e di La Spezia, il diving Dive’n Sail, e con l’assistenza della Capitaneria di Porto di Terracina – coordinata dal T.V. (CP) Emilia Denaro intervenuta con la motovedetta CP547 – e di San Felice Circeo coordinata dal 1° M.llo NP Caserta.

La rete rimossa, di cui una parte era di recente incaglio ancora perfettamente pulita e in fase di pescaggio, è stata affidata al Comune di San Felice Circeo che ha provveduto al corretto smaltimento.

Un ottimo risultato in piena fase 2 della campagna Il Mare durante il Coronavirus, dove numerosi sono gli interventi e le attività per liberare i fondali da reti, pneumatici, batterie e plastica.