LA LEGGE CHE VIETA LE MICROPLASTICHE
NEI COSMETICI DA RISCIACQUO

Una vittoria di Marevivo che nasce dalla campagna
Mare Mostro: un mare di Plastica

Dopo l’incontro a Washington, nell’ottobre 2015, con John F.Calvelli, presidente Wildlife Conservation Society (WCS), che ci chiese di sostenere la legge di messa al bando delle microplastiche nei cosmetici negli Stati Uniti, diventata poi legge federale grazie al Presidente Obama, abbiamo deciso di proporla anche in Italia. 

2016

Nel 2016 abbiamo lanciato la campagna “Mare mostro: un mare di plastica”, nata per informare e sensibilizzare sull’impatto della plastica in mare, realizzata in collaborazione con Marina Militare e CoNISMa e partita a bordo della nave scuola Amerigo Vespucci                                       

2017

Nel 2017, in collaborazione con associazioni, politici e comunità scientifica, abbiamo sollecitato e contribuito alla presentazione di una proposta di legge per chiedere la messa al bando delle microplastiche nei cosmetici. 

2020

Anche questa volta l’Italia si è dimostrata all’avanguardia nella tutela del mare: dal primo gennaio 2020 è entrato in vigore il divieto di mettere in commercio prodotti cosmetici da risciacquo ad azione esfoliante o detergente contenenti microplastiche come previsto  all’Articolo 1 Comma 546 dalla Legge di Bilancio 2018 

Divieto in vigore dal 1° gennaio 2020 

Molti dei cosmetici usati quotidianamente contengono microplastiche che possono essere dannose perché, con il risciacquo, vengono disperse nell’ambiente e finiscono nel mare danneggiando l’ecosistema marino e diventando cibo per i pesci di cui noi stessi ci  alimentiamo. Dal 1° gennaio 2020 in Italia, grazie anche all’impegno di Marevivo e al supporto della altre associazioni ambientaliste, ciò non sarà più possibile, come previsto dalla Legge di Bilancio del 2018 che vieta l’utilizzo di microplastiche nei cosmetici da risciacquo. 

Un traguardo, questo, che risulta particolarmente significativo per l’Italia, dove viene prodotto circa il 60 per cento del make-up al livello mondiale.  La legge prevede il divieto di “mettere in commercio prodotti cosmetici da risciacquo ad azione esfoliante o detergente contenenti microplastiche”. L’emendamento, dunque, non comprende tutti i prodotti cosmetici: per questo motivo è indispensabile continuare a sensibilizzare e promuovere un consumo consapevole, affinché i prodotti ancora in commercio che contengono microplastiche vengano individuati ed evitati. 

La vittoria di 7 associazioni ambientaliste
unite contro l’inquinamento da microplastiche

Marevivo si impegna a livello nazionale e
internazionale per la difesa del mare.
Sostieni le nostre azioni.
Il Mare ha bisogno di Te.

Dona

Successi

Azioni in corso

Petizioni Attive

Impegno Internazionale