Cambiamo le nostre abitudini
per difendere il mare

Durante le feste e altre ricorrenze particolari l’uso dei palloncini, fuochi d’artificio e coriandoli è molto diffuso. Ma la maggior parte delle persone ignora l’impatto negativo che questo tipo di rifiuti può avere sull’ambiente.
Ed è per questo motivo che abbiamo lanciato la campagna Per il mare non è una festa.

Scorri la barra verticale ↔

Stop al volo dei palloncini

Spesso in occasione di commemorazioni speciali i palloncini vengono liberati nell’aria, come fossero colombe. Dove vanno a finire tutti quei palloncini? Ritornano giù, disperdendosi nell’ambiente e trasformandosi in una minaccia letale per gli animali che finiscono intrappolati nei loro fili o ingeriscono pezzi di palloncino scambiandoli per cibo.

Vai alla campagna

Fuochi d'artificio

Oltre a rappresentare un pericolo per la salute umana e degli animali, i fuochi d’artificio costituiscono una fonte di inquinamento da plastica. Le polveri che li compongono sono contenute in un involucro di plastica che serve per proteggerle dall’umidità. Questi involucri vengono dispersi nell’ambiente e nel mare, e talvolta è quasi impossibile recuperarli.

Scopri di più
Scorri la barra verticale ↔
Scorri la barra verticale ↔

Coriandoli e stelle filanti

I coriandoli di plastica sono ancora molto utilizzati durante i festeggiamenti. Per loro natura non sono biodegradabili e, una volta lanciati, finiscono inevitabilmente dispersi nell’ambiente e, a causa della loro dimensione ridottissima, risultano anche molto difficili da recuperare, sfuggono a tombini e filtri finendo inevitabilmente in mare. Per fortuna qualcosa si muove e molti Comuni italiani hanno iniziato a vietarne l’uso a favore di un’alternativa sostenibile.

Guarda il video

Sostieni le nostre campagne

Aiutaci a sensibilizzare le persone sulla tutela dell'ambiente

Dona ora