Una giornata all’insegna della tutela del mare e della sensibilizzazione, che ha visto cittadini, associazioni e istituzioni coinvolti nella liberazione di quattro tartarughe marine e, successivamente, nel recupero di una rete fantasma dai fondali di Santa Maria di Leuca.

Dopo un periodo di cura al Centro Recupero Tartarughe Marina di Calimera, quattro tartarughe Caretta caretta hanno finalmente ripreso il mare.

Poco dopo, Marevivo Puglia ha recuperato una rete fantasma di circa 50 metri: si trattava di un tramaglio depositato su un fondale misto, coralligeno e sabbia, a 38 metri di profondità. L’operazione è stata svolta con la collaborazione del Corpo delle Capitanerie di Porto, Gnu Diving e dei pescatori che hanno recuperato la rete una volta in superficie.

La giornata, che rientra tra le attività dei progetti BONSEA e Common – Med Project, è organizzata dal CIHEAM Bari insieme all’Università del Salento e al Comune di Castrignano del Capo.