L’elezione del nuovo presidente Joe Biden e della vicepresidente Kamala Harris ha imposto un cambiamento di 360 gradi alla rotta degli Stati Uniti D’America e dell’intero mondo occidentale sul tema della difesa dell’ambiente e dei cambiamenti climatici.

Nella dichiarazione di ringraziamento per la sua elezione, Biden ha messo infatti l’ambiente tra i punti fondamentali della sua azione politica. Le sue intenzioni sono quelle di riportare gli USA negli Accordi di Parigi sul Clima con l’obiettivo di ridurre le emissioni di carbonio e frenare il surriscaldamento globale.

«Finalmente si riapre il percorso difficile, ma indispensabile per il futuro della sopravvivenza della specie umana sul nostro Pianeta»,  afferma Rosalba Giugni, presidente di Marevivo. «Dobbiamo ricordare che il primo dei problemi del mare è rappresentato proprio dalle emissioni di CO2, causa dei cambiamenti climatici e dell’acidificazione degli oceani e che è quindi indispensabile correre ai ripari e passare velocemente alle energie alternative, rinnovabili e pulite per proteggere gli oceani, liquido amniotico della specie umana e dei suoi habitat».